I tre momenti della pubblicazione app

Nel suddividere le pratiche volte a determinare una comunicazione efficace della pubblicazione di un’app, faremo utilizzo del termine “momento”. Questo, oltre ad avere un significato cronologico-temporale, può essere inteso nel senso di una fase composta da un insieme omogeneo di pratiche. Si tratta, quindi, di momento in quanto le azioni che lo caratterizzano attengono a una stessa sfera funzionale, connotata dagli obiettivi e dall’approccio con cui si ricercano. 

Questo non significa che il processo di App Store Optimization sia una tabella di marcia con azioni definite e determinate, ma è piuttosto un percorso, spesso discontinuo, di pratiche che fanno riferimento a precisi spazi funzionali della comunicazione.

 

Per questo, nell’arco di azione che costituisce il lancio sul mercato di una nuova app, faremo riferimento a tre principali “momenti”: prima della pubblicazione, durante, dopo

 

loomen-studio-roma-agenzia-comunicazione-marketing-sviluppo-app-store-optimization-aso-i-tre-momenti-della-pubblicazione

 

Prima del lancio

Nella fase antecedente alla pubblicazione del prodotto sugli app store, troviamo quelle pratiche finalizzate a prevedere, per quanto possibile, i possibili bisogni, le reazioni e le parole d’ordine del target. In questo momento risaltano soprattutto le analisi di mercato che evidenziano un certo pubblico di riferimento e un determinato spazio di mercato composto dalle app concorrenti; in secondo luogo, troviamo lo sviluppo pratico dell’app, con particolare attenzione agli elementi di User Experience e di progettazione dell’interfaccia mobile; infine, faremo riferimento a tutte quelle attività che investono i canali di comunicazione e che hanno come finalità quella di pubblicizzare il prodotto su blog, social media, siti web, etc.

 

Durante il lancio

Gli store dominanti sono l’App Store della Apple (iOS) e il Play Store (Android). Le differenze principali che intercorrono fra le due piattaforme riguardano anche la modalità di inserimento e visualizzazione dell’annuncio, il modo in cui si impostano alcuni elementi dell’inserzione, come sottotitoli e keywords

Proprio relativamente a questo momento della pubblicazione faremo attenzione alla scelta delle keywords, alle modalità di indicizzazione e alle accortezze da mettere in moto nel permettere un posizionamento soddisfacente dell’app

 

Dopo il lancio

L’attività di App Store Optimization non si conclude con i primi due momenti descritti. Piuttosto, alla stregua di come avviene per la SEO, il lavoro di ASO prevede una continuità di adattamento dei propri prodotti ai canoni e ai cambiamenti del target e dell’app store stesso. In questa sezione si osservano sia aggiustamenti relativi all’impianto dentro lo store che fuori dallo store: dalle attività di Advertising e di Customer Retention, si passa a un monitoraggio attento dei feedback rilasciati dal pubblico. Quest’ultimo elemento è importante soprattutto per il miglioramento delle prestazioni dell’app per quanto concerne la UX e, in generale, lo sviluppo della piattaforma. 

 

Nei prossimi articoli analizzeremo con ordine questi aspetti, approfondendo i connotati e le funzionalità degli app store e i diversi meccanismi con cui ottimizzare le app per queste piattaforme.